Miserere

Laura camminava lentamente, tornando a casa da una mattina passata al lavoro, al Centro giovani. Osvaldo non aveva potuto accompagnarla col furgone come faceva di solito, e lei doveva arrivare a casa a piedi, e non era una cosa semplice, visto che era mezzogiorno e si trovava all’equatore. Il sole a picco era intollerabile e lei aveva la schiena bagnata, e il vestito appiccicato alla schiena aumentava la sua irritazione. Ma bisognava farsene una ragione, era inutile lamentarsi.

clicca qua per continuare a leggere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...